Logo

Clepsamia
Installazione site specific
dimensioni ambientali (6x6 metri),
materiali: lampadine, rame, sabbia, materiali vari

Tempus fugit, il tempo corre.
Corre scandito da granelli di sabbia che scorrono tra due metà della stessa clessidra. O due metà della stessa idea, visto che i bulbi sono vere lampadine. E’ Clepsamìa, uno dei più suggestivi e riusciti esempi di come l’arte possa rinnovarsi, raccontare, trasmettere.
Clepsamìa è un’installazione di sei metri per sei, composta da vari materiali, nata dal talento di Elisa Desortes e Enrico Piras, studenti  dell’Accademia delle Belle Arti di Sassari e che, dicono, “nasce come interrogazione sui meccanismi temporali, attraverso elementi evocativi. Attraverso un conteggio numerico che altera le comuni convenzioni temporali, si arriva a una somma che determina la vita stessa dell'opera aldilà della sua fruizione”.


                                                                             Aldo Muzzo

guarda le foto

indietro